Cashback: cosa sono e come guadagnare acquistando

Pubblicato il da Giacomo in Cashback

cashback001Da qualche tempo si sono sviluppati e sono diventati davvero molto popolari i servizi di cashback, ovvero quei servizi che permettono di recuperare parte del denaro speso con l’acquisto di oggetti e cose quotidiane. Il servizio viene gestito da terzi che praticamente ti garantiscono una percentuale sull’acquisto da te effettuato: in questo modo hai anche un ritorno di denaro. Ma vale realmente la pena farne uso?

Come funziona?

Un sito che offre ai suoi clienti l’opportunità di fare cashback si riconosce subito perchè promette ai suoi utenti il ritorno di denaro appena si effettua l’acquisto di un bene tramite il loro sistema. Il termine cashback significa infatti ritorno di soldi, soldi indietro e letteralmente guadagna ogni volta che spendi. Molte sono le opportunità che si sono sviluppate online, ma come funziona realmente? Generalmente si tratta di ottenere una tessera o acquistare dei buoni che, una volta utilizzati in un negozio fisico, ci permettono di recuperare una parte dei soldi che sono stati spesi. I soldi che guadagneremo ci saranno poi accreditati sotto forma di punti di punti o di monete virtuali direttamente sul profilo del sito al quale siamo iscritti. Appena raggiunta la cifra potremo richiedere il pagamento mediante PayPal oppure mediante accredito sul conto bancario se ne disponiamo.

Quanto si guadagna?

I siti che danno una percentuale fissa ci permettono di avere un ritorno dell’1% sugli acquisti effettuati sia sugli e-commerce che nei negozi fisici. Quindi ogni 1000 euro avremo un ritorno di 10 euro. Poi dobbiamo calcolare anche la percentuale di eventuali persone che abbiamo fatto iscrivere al sito e che sono diventati nostri referal. Generalmente i guadagni sono davvero irrisori per i servizi che vengono offerti e, recuperare gli investimenti, risulta davvero molto difficioltoso e a volte impossibile.

Tasse

L’aspetto fiscale non deve essere trascurato: questi guadagni infatti devono essere dichiarati. Se si tratta di guadagni occasionali devono essere dichiarati nel 730 con una tassazione del 27% mentre se spono dei guadagni costanti sarà necessario aprire una partita iva con un aumento dei costi davvero elevato.

Quante persone si iscrivono?

Le persone che si iscrivono sono davvero centinaia di migliaia ogni mese nonostante il discorso fatto qui sopra. Questo perchè hanno la speranza di recuperare una parte della spesa sostenuta. Alcuni servizi di cashback inoltre promuovono l’acquisto di una tessera premium con la promessa di avere un tempo minore per recuperare la spesa. Tutto ciò è soltanto una forma di marketing che consente al sito di guadagnare ancor di più e di lucrare su utenti ignari. Insomma, a meno che non troviate qualcosa di realmente gratuito e che vi consenta di avere un ritorno con percentuali alte, il vero risparmio si ottiene non comprando niente che non sia essenziale.

Inizio modulo

Fine modulo

Ti è piaciuto quest'articolo?