Come guadagnare con un blog di nicchia

Pubblicato il da Claudia Lemmi in Guadagnare online, Guadagna con il tuo sito

Gli esperti di web marketing consigliano di aprire un blog di nicchia piuttosto che uno generalista. Apriamo quindi un blog dove parlare delle nostre passioni, condividere conoscenze con le altre persone che hanno i nostri stessi interessi. Ci mettiamo anima e corpo, scriviamo diversi articoli a settimana, rispondiamo ai primi commenti e ci rallegriamo quando le visite, con molta naturalezza, iniziano a salire.

Poi arriva il momento. Ci poniamo la fatidica domanda. Come iniziare a monetizzare? Come guadagnare con un blog di nicchia? Scordatevi di fare molti soldi grazie ad Adsense. I banner pubblicitari che vi pagano in base ai click degli utenti vanno bene solo nei grandi siti generalisti, che contano un pubblico a quattro zeri ogni giorno.

Guadagnare con un blog di nicchia è un’altra storia, perché probabilmente non avrete mai visitatori a sufficienza che cliccano sui vostri banner e, a fine mese, se riuscite a guadagnare 20 o 30 euro siete fortunati. Monetizzare con questo genere di siti non è facile, perché prevede un grande lavoro di base.

Dovete prima conquistare la fiducia dei vostri lettori. Farvi percepire come autorevoli nel settore. Dovete posizionarvi bene sui motori, avere una discreta entrata di utenti. DOPO, potete iniziare la vostra strategia di guadagno.

I metodi migliori per guadagnare con un blog di nicchia sono sostanzialmente:

  • Info-prodotti: non è facile. Ricordatevi il discorso della fiducia. Dopo aver dato tanti contenuti gratuiti attraverso il blog, e-book gratis, video gratis etc. Riuscirete a vendere qualche info-prodotto.

  • Affiliazioni: vi fanno guadagnare una percentuale su ogni prodotto che un cliente acquista, dopo aver fatto click sul link che rimanda al sito affiliato. Ogni pagina del vostro sito può potenzialmente diventare una pagina di vendita. Prendo come esempio un sito di alimenti bio. Al termine di una ricetta potete pubblicizzare un libro di ricette affine, i prodotti che avete utilizzato per cucinare, un particolare strumento… E’ a mio avviso uno degli strumenti migliori.

  • Vendete spazi pubblicitari: no, non a Google AdSense, ma a persone che vi pagano mensilmente per apparire li, sulla vostra pagina! Ipotizzosempre che possediate un sito di alimenti bio, magari specifici della vostra regione. Immaginate che presto si terrà una fiera dedicata dalle vostre parti. L’azienda vi contatta e vi propone l’accordo, oppure voi contattate lei per fare la vostra proposta. Il prezzo dello spazio pubblicitario varia in base a quante visite il blog riceve giornalmente, il numero di commenti, condivisioni, iscritti etc.

  • Post sponsorizzati: guadagnate accogliendo post scritti da aziende con link che rimandano alle loro pagine web. Il prezzo varia sempre in base a molti fattori.

  • Vendita di servizi: molti blog di nicchia hanno come scopo ultimo di vendere dei servizi. Magari il web designer desidera trovare nuovi clienti, o il coaching energetico, oppure l’avvocato.

Alcuni dei metodi descritti non vanno bene per un blog generalista. Ad esempio, un sito che parla di attualità, gossip, salute, cronaca nera, tecnologia, ambiente, viaggi… potrà vendere un servizio specifico professionale? Quasi sicuramente no. Lo stesso vale per l’info-prodotto e nella maggior parte dei casi difficilmente riuscirà a guadagnare attraverso le affiliazioni. La strategia di guadagno varia drasticamente in base al tipo di sito che create e come lo strutturate giorno per giorno.

 

Ti è piaciuto quest'articolo?